Menù
Home page
Registrati
Profilo utente
I tuoi ordini
Il tuo carrello
Termini e condizioni
Offerte
Novità
Cerca per ARTISTA
Cerca per STRUMENTO
DISCHI PREMIATI
Le LINEE EDITORIALI
PUNTI VENDITA
Rassegna Stampa LABEL
• JAZZIT AWARD 2013
• TOP JAZZ 2013

Categorie
1. Catalogo DODICILUNE
2. Catalogo KOINE'
3. Catalogo FONOSFERE
4. Catalogo CONTROVENTO
5. Catalogo CONFINI
6. Catalogo WYSIWYG
7. SPECIAL PRICE CD
8. VINILE
9. FLAC ALTA RISOLUZIONE

CERCA
inserisci una parola:
 
 
     

offerte

ROBERTO OTTAVIANO - FORGOTTEN MATCHES. THE WORLDS OF STEVE LACY (1934-2004) - 2 CD SET



Prezzo*: € 15,90 Inserisci nel carrello  Inserisci nel carrello

*Il prezzo si intende IVA inclusa

Descrizione

Martedì 16 dicembre esce "Forgotten Matches. The Worlds of Steve Lacy (1934 - 2004)" del compositore e sassofonista barese Roberto Ottaviano prodotto da Dodicilune e distribuito da IRD.

Un doppio cd (uno in quartetto, l'altro in duo) e ben 23 brani per ricordare, nel decennale della scomparsa, il musicista statunitense. Un tributo che Roberto Ottaviano affronta da una prospettiva nuova, lavorando in studio con alcuni dei musicisti che hanno collaborato con lui in questi anni. Un omaggio a quel suono che ha caratterizzato ogni stile e moda anziché rimanerne invischiato, attualissimo già negli anni 50, che rappresenta oggi il livello più alto di virtuosismo per timbro, idee melodiche, groove ritmico ed estensione. "Più cerco di distaccarmi dal suo potere musicale, artistico, e più mi rendo conto di quanto Lacy sia davvero un gigante ancora misconosciuto", sottolinea Ottaviano nelle note di copertina. "Tutte le volte che da musicista, da pensatore, da esteta e da ricercatore, mi pongo dei quesiti esplorando in direzioni diverse, inevitabilmente trovo nella sua produzione e nel suo ‘modus operandi’, le risposte che cerco". 

Nel suo ricordo Ottaviano è affiancato dal trombonista Glenn Ferris, dal contrabbassista Giovanni Maier e dal batterista Cristiano Calcagnile nel primo disco e dal pianista Alexander Hawkins nel secondo. "Oggi più studio il repertorio di Lacy, più mi cimento con la trascrizione delle sue composizioni - ne ha scritte più di 500 tra cui circa 200 songs, più ascolto le decine di registrazioni inedite, più mi concentro sul suo linguaggio e cerco di collegare i fili delle sue ispirazioni e delle sue sonografìe, e più mi sento piccolo, minuscolo", precisa.

Roberto Ottaviano è nato a Bari nel 1957. Studia il sassofono con Federico Mondelci e Steve Lacy, composizione ed arrangiamento con Bill Russo e George Russell. Dal 1979 svolge una intensa attività concertistica e discografica in tutta Europa, collaborando con alcuni fra i più importanti musicisti americani ed europei come Mal Waldron, Giorgio Gaslini, Reggie Workman, Andrew Cyrille, Albert Mangelsdorff, Keith Tippett, Ray Anderson, Enrico Rava, Ran Blake, Steve Swallow, Henri Texier, Misha Mengelberg, Franz Koglmann, Han Bennink, Barre Phillips, Pierre Favre, Kenny Wheeler, Mark Dresser, Paul Bley, Graham Haynes, Irene Schweizer, Myra Melford, Tony Oxley, Ralph Alessi, Marc Ducret. Attualmente dirige il proprio quartetto "Pinturas" ed il quartetto “Roba” con Glenn Ferris, Jean Jacques Avenel e John Betsch. Fa parte del quintetto "Canto General" con il batterista sud africano Louis Moholo e del Karl Berger All Stars con tra gli altri Mark Helias e Bob Stewart. Come leader e come freelance ha modo di fare tournée in varie parti del mondo comparendo in alcuni fra i più importanti festival in Germania, Austria, Inghilterra, Irlanda, Scozia, Francia, Spagna, Portogallo, oltre che in India, Messico, Stati Uniti, Brasile, Israele ed in alcuni stati africani come Marocco, Senegal e Cameroun. Incide per Red, Splasc(h), Soul Note, Dodicilune, Hat Art, Intakt, ECM, DIW ed Ogun. Come didatta ha tenuto clinic e seminari a Woodstock (U.S.A), al conservatorio di Città del Messico, alla Music Hochshule di Vienna, al conservatorio di Groningen, nei seminari invernali In.Jam di Siena Jazz, a Urbino, Roccella Jonica, Cagliari, Firenze, Roma, Siracusa. Dal 1989 è titolare della cattedra di Musica Jazz presso il conservatorio Nicola Piccinni di Bari. Ha scritto musiche per alcune coreografie di C. Carlson, J. Pardo e per la Teri Weikel Company, oltre che per alcuni lungometraggi dei registi R. Depardon e Tamahori.

TRACKLIST

Vol 1
1 - Trickles
2 - Gay Paree Bop
3 - The Rent
4 - Blues For Aida
5 - Cette Fois
6 - Herbe De LHoubli
7 - Clichs
8 - We Dont
9 - The Crust
10 - Utah
11 - Bookioni
12 - That s For JJ Dedicated to the late Jean Jacques Avenel
 
Vol 2 
1 - Flakes
2 - What It Is
3 - A.H.
4 - Hemline
5 - Angels Friends Neighbours
6 - The Seagulls of Kristiansund
7 - Wickets
8 - Una specie di roba mista Poly Free Independent
9 - Agenda
10 - Orange Grove
11 - That s for Gilles Dedicated to the late Gilles Laheurte



(P) 2014
Dodicilune ED334
8033309693347

 

MUSICISTI
 
Vol 1
Glenn Ferris - trombone
Roberto Ottaviano - sax soprano
Giovanni Maier - contrabbasso
Cristiano Calcagnile - batteria
 
Total Time 65:27
 

Vol 2
Alexander Hawkins - piano
Roberto Ottaviano - sax soprano
 
Total Time 59:54

 

VIDEO
Forgotten matches. The worlds of Steve Lacy - Preview (Dodicilune / Ird)

 

 

 

RASSEGNA STAMPA
RADIO FREE AMERICA
JAZZIT (bollino JAZZIT LIKES IT!)
JAZZITALIA (G. Montano)
MUSICALNEWS
JAZZVIEWS
AUDIOREVIEW (P. Poggio)
BLOGFOOLK (intervista a cura di S. Esposito) disco consigliato!
DISTORSIONI (L. Viotto) disco consigliato!
ALLABOUTJAZZ (intervista a cura di L. Farnè)
CORRIERE DELLA SERA
MUSICZOOM
JAZZCONVENTION
SUONI E STRUMENTI

 

 
 
PREASCOLTO & DIGITAL DOWNLOAD
 
 
 
FacebookTwitterAddthis
 
 


Prodotti correlati
ROBERTO OTTAVIANO & PINTURAS - "Un Dio Clandestino"
ROBERTO OTTAVIANO - Arcthetics. Soffio Primitivo
ROBERTO OTTAVIANO - Astrolabio




Torna alla homepage




CARRELLO DELLA SPESA
  sono presenti
0 prodotti
 
     

Login

NEWSLETTER
inserisci la tua email:
 
 
     

Novità